19 maggio 2014

MADONNA in copertina su "L'UOMO VOGUE"

Madonna è in copertina sul numero di Maggio/Giugno 2014 de "L'UOMO VOGUE" (n. 451) fotografata da Tom Munro.

«C'era un tempo in cui l'arte rifletteva ciò che succedeva nella società. Artisti come Marvin Gaye, Stevie Wonder, Richard Pryor o Jean-Luc Godard facevano dichiarazioni politiche attraverso la loro arte». Sono le parole di Madonna, che dalle pagine del nuovo numero de L'Uomo Vogue - che le dedica la copertina, e un conturbante servizio fotografico firmato da Tom Munro - racconta del suo nuovo progetto “Art For Freedom”. Si tratta di una piattaforma digitale, in collaborazione con Vice Media, che ospita video, foto, illustrazioni e documentazioni di performance che parlano di intolleranza e persecuzione. L'obiettivo di “Art For Freedom” è «incoraggiare le persone a credere che con l'arte possono produrre un cambiamento nel mondo», ma è anche un urlo contro la mercificazione della creatività. «Lasciandoci consumare dal corporate branding, preoccupandoci dell'approvazione altrui e promuovendo solo quel che è accettabile e popolare, uccidiamo la nostra arte e ciò che è unico al suo riguardo», afferma Madonna. “Art For Freedom” combatte contro stereotipi, bigottismo e discriminazione, in favore dei diritti civili e dell'accettazione delle differenze. «Ci sono nemici, tiranni, fascisti e dittatori, persone che distruggono la vita di altre persone o tolgono loro la libertà: come Putin o il primo ministro del Venezuela», si anima la star.
«In realtà il nemico è dentro di noi. Consapevoli o meno, siamo costantemente nello stato di discriminare e giudicare gli altri. La prima cosa che dobbiamo cambiare, quindi, è noi stessi. Lo hanno detto tutti i grandi leader, da Gandhi a Martin Luther King, da John Kennedy a Nelson Mandela». 
Il suo prossimo disco sarà connesso ad “Art For Freedom” e c'è da aspettarsi di vederla sempre più coinvolta e impegnata. «Non ho altra scelta. Non c'è modo di tornare indietro a questo punto. Questo è il mio ruolo nel mondo, questo il mio lavoro come artista: ho una voce e ho bisogno di usarla».
 Il numero di maggio/giugno de L'Uomo Vogue ruota intorno al concetto del potere etico della bellezza come valore fondante della società, in tutti i suoi ambiti e le sue rappresentazioni: l'arte, la politica, lo spettacolo, ma anche l'impresa (pubblica e privata), la politica, l'economia e la responsabilità sociale. L'Uomo Vogue rappresenta dunque la “bellezza” come elemento distintivo anche attraverso l'esclusività e la forza di volti e caratteri internazionali, che non solo incarnano valori estetici, ma soprattutto etici. Madonna raffigura precisamente questo tema: la più grande icona pop dei nostri giorni, ma anche la più impegnata nella lotta per i diritti umani.

QUI e QUI il servizio fotografico completo e l'intervista.