27 febbraio 2012

Uomo per sopravvivere, donna per provare emozioni. Albert Nobbs si aggrappa a Glenn Close, forse in modo troppo evidente, e questo è il pregio e il difetto di questa pellicola. Difatti se l'attrice si fa ammirare, probabilmente questo film senza di lei si identificherebbe come una confezione ordinaria priva di un livello qualitativo necessario per farsi ricordare.
PIATTO.