30 gennaio 2012

VISTO NEL WEEKEND: SHAME

Brandon (Michael Fassbender) è un trentenne in carriera, vive in un minuscolo e confortevole appartamento di New York, diviso tra una efficiente e molto professionale vita lavorativa durante il giorno ed una caccia instancabile di sesso durante la notte. Il ritmo metodico e ordinato della sua vita, entra in crisi con l'arrivo imprevisto di sua sorella Sissy (Carey Mulligan), ribelle e problematica (...e vagamente somigliante alla versione "oversize" di Britney Spears). La sua presenza dirompente spingerà Brandon a inoltrarsi nelle pieghe più oscure dei suoi fantasmi.
Personalmente il film non mi è piaciuto affatto. Rimane irrisolto e con troppi punti in sospeso.
Lunghi silenzi; rabbia e passioni compresse che esplodono improvvise e senza una motivazione.
Molto rumore per nulla.
VERGOGNOSO.

QUI la locandina censurata in Ungheria.